VITAMINE_i

PRODOTTO INCLUSO NEL REGISTRO DEGLI INTEGRATORI DEL MINISTERO DELLA SALUTE

Ingredienti:

calcio fosfato, carbonio di calcio, amido, antiagglomeranti:acido stearico, biossido di silicio e magnesio stearato; magnesio ossido, cellulosa in polvere, acido L-ascorbico, stabilizzanti: sodio carbossimetilcellulosa e idrossipropil cellulosa; nicotinammide, ferro solfato, malto destrina, addensanti: gomma d’acacia, succinato acido di D-alfa-tocoferile, D-biotina, agenti di rivestimento: sodio carbossimetilcellulosa e glicerina; D-pantotenato, calcio: ossido di zinco, solfato di manganese, retinolo acetato, cromo cloruro, rame solfato,  riboflavina, acido petroil-monoglutammico, cloridrato di piridossina, cloridrato di tiamina, potassio ioduro, colecalciferolo, cianocobalamina, sodio selenito.

MODALITA' D'USO = 1 TAVOLETTA prima dei pasti, due volte al giorno 

COMPLESSO MULTIVITAMINICO

-         contiene più di 20 vitamine e minerali essenziali per raggiungere più facilmente i livelli di assunzione giornalieri raccomandati.

-         Calcio e vitamina D, per aiutare e mantenere le ossa forti

-         Zinco, benefico per il sistema immunitario

-         Vitamine del gruppo B, per coadiuvare la produzione di energia

-         Vitamine antiossidanti C ed E, per proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi

-         Ferro essenziale per il trasporto dell’ossigeno nell’organismo, fondamentale per una maggiore vitalità

-         Manganese indispensabile per chi va in dialisi

-        Cromo indispensabile per chi ha problemi con l'insulina

Anche per le persone più scrupolose ed attente alla propria alimentazione, può risultare difficoltoso riuscire ad assumere, esclusivamente attraverso il cibo, tutte le vitamine e i minerali necessari.
E poi ad essere sinceri, quanti hanno il tempo di controllare se hanno assunto la giusta razione giornaliera di manganese o vitamina C o altro?
Buona parte del cibo che mangiamo viene sottoposto a processi di lavorazione che possono determinare una variazione del contenuto nutrizionale. Inoltre, spesso anche la cottura danneggia le vitamine ed i minerali presenti negli alimenti, quindi è davvero molto difficile sapere con esattezza quali nutrienti assumiamo attraverso il cibo che mangiamo.
Un pasto colorato e ben bilanciato più un integratore multivitaminico di qualità sicuramente aiutano a reintegrare l'equilibrio nutrizionale dell'organismo favorendo un benessere duraturo. PER QUESTO MOTIVO NON CITEREMO FRA GLI ALIMENTI CHE CONTENGONO LE VITAMINE e I MINERALI,  CEREALI RAFFINATI e derivati, ZUCCHERO e dolci in genere, LATTE  formaggi e derivati in quanto non li riteniamo dei nutrienti.

Il sistema immunitario potrebbe funzionare in modo inadeguato a causa di un insufficiente assorbimento dei nutrienti. Ristabilendo le scorte necessarie al sistema immunitario si potranno avere benefici per la salute in generale.

A seconda delle loro caratteristiche  le VITAMINE vengono distinte in liposolubili (A, D, E, K) e idrosolubili (B1, B2, B3, B5, B6, B8, acido folico, B12, C, acido lipoico).

Il concetto di vitamina ha la sua origine nella constatazione che i principi alimentari fondamentali (proteine, grassi, carboidrati) non bastano a tenere in salute l’organismo.
Sebbene da tempo i navigatori si fossero resi conto della necessità di portare dei limoni nei viaggi di lunga durata e da tempo fosse riconosciuta l’utilità dell’olio di fegato di merluzzo, la nozione del bisogno di una certa qualità nell’alimentazione rimase un concetto molto vago ed empirico fino all’inizio de XX secolo. Nel XIX secolo si era potuto stabilire che la mancanza di certi fattori nell’alimentazione era all’origine di malattie che da sempre avevano accompagnato l’uomo nella sua storia. Scorbuto, pellagra, beriberi avevano decimato gli equipaggi delle navi, piegato eserciti potenti, distrutto nazioni. Il nome “vitamina” fu dato per la prima volta alla tiamina nel 1911, per indicare che questa sostanza aveva la struttura di un anima e che era indispensabile alla vita.

Oggi i metodi di indagine moderni hanno messo in evidenza stati di carenza vitaminica anche in gruppi di popolazioni appartenenti alle società più industrializzate, si è riacceso l’interesse di ricerca intorno a queste sostanze ed alcune di esse stanno sempre più confermando la loro efficacia come veri medicamenti dotati di attività farmaco-dinamica. 

Oggi si sta rivalutando l’utilità di un apporto extra alimentare di vitamine ed inoltre le vitamine stanno dimostrando insospettate capacità farmacologiche che probabilmente saranno una delle “novità” della medicina degli anni futuri. Si è anche visto che l’assunzione esasperata di una sola vitamina può provocare carenze in quelle non assunte,  si consiglia pertanto di dare la preferenza a composti multivitaminici in dosi equilibrate.

VITAMINA  A (retinolo)

Due sono le fonti: il retinolo, fornito dal regno animale ed il beta-carotene, presente nei vegetali. Concorre all'accrescimento dell'organismo. allo sviluppo delle ossa ed esercita un'azione protettiva sugli epiteli favorendo la salute e la cicatrizzazione della pelle e delle mucose. Svolge una funzione antinfettiva e disintossicante.

Il retinolo esplica un ruolo importante nei processi visivi. La sua carenza determina difficoltà dell'adattamento della vista nelle ore notturne.

Il beta-carotene, detto anche pro-vitamina A, è un antiossidante essenziale nella lotta contro i radicali liberi. La sua carenza produce secchezza della pelle e delle mucose, vulnerabilità alle infezioni sia intestinali che delle vie respiratorie e, nei bambini, difetti nello sviluppo di ossa e denti.

La Vitamina A, essendo liposolubile necessita, per essere assorbita, della presenza nell'intestino di almeno una piccola quantità di grasso che la renda solubile.
È da tener presente inoltre che la quantità di carotenoidi e di retinolo può venir ridotta ed anche distrutta da una cottura eccessiva e prolungata. Soprattutto è sconsigliata la frittura perchè la Vitamina A che si scioglie nell'olio bollente viene completamente dispersa nell'alimento fritto. 

IN SINTESI A COSA SERVE

FONTI ALIMENTARI

-         importante per la vista

-         Aiuta a mantenere le mucose e le membrane interne sane e più resistenti alle infezioni

-         E’ importante per la pelle

-         E' importante per le ossa

-         Aiuta il sistema immunitario attaccando i radicali liberi

 

-         Olio di fegato di merluzzo

-         Uova

-         Melone

-         Mele

-         Albicocche

-         Pesche

-         Broccoli

-         Verdura a foglie verdi

-         Carote

-         Peperoni gialli

-         spinaci

In carenza di vitamina A si riscontrano spesso fenomeni di ipercheratosi (*) fino alla metaplasia (**) squamosa delle cellule epiteliali (***)

(*) aumento eccessivo dello strato epiteliale della cute (ispessimento)

(**) metaplasia: è il tessuto del corpo che diventa un altro tipo di tessuto, è un processo che coinvolge l'esposizione del tessuto in questione a stimoli non propri

(***)Tessuto epiteliale: costituito da strati epiteliali che rivestono interamente gli organi ed esternamente le superfici corporee. L’epidermide, la parte più esterna della pelle, è un esempio di tessuto epiteliale.

La vitamina A assunta in eccesso potrebbe invece inibire la sintesi finale delle cheratine  (sostanze proteiche prodotte dai cheratinociti. Sono il principale costituente di peli, capellistrato corneo dell’epidermide,unghie)

Attenzione, quindi, a somministrare come “placebo” vitamina A ad alte dosi a chi perde i capelli, perché si potrebbe proprio ottenere l’effetto contrario, anche se, basta smettere di assumerla che tutto ritorna normale.
 

Vitamine del complesso B: Si tratta di vitamine che svolgono processi biologici comuni e che attuano nel metabolismo dei carboidrati, delle proteine e dei grassi. Essendo idrosolubili possono andare perdute nell'acqua di cottura e venir danneggiate dalla luce e dal calore.


VITAMINA B1 (tiamina):

E' indispensabile nel metabolismo di tutte le cellule ma è soprattutto necessaria per il buon funzionamento dei sistemi nervoso e muscolare. E' utile nei casi di depressione, perdita della memoria e della concentrazione, stanchezza.

IN SINTESI A COSA SERVE

FONTI ALIMENTARI

-         Aiuta le cellule a convertire carboidrati in energia

-         E’ importante per mantenere un appetito normale e una buona digestione

-         Favorisce il corretto funzionamento  del cuore e dell’apparato  muscolare

-         Aiuta il funzionamento del sistema nervoso e gastrointestinale

-         Aiuta ad innalzare il livello di energia e di concentrazione 

-         Fegato

-         Cereali integrali

-         Semi di soia

-         Carne magra

-         Fagioli

-         Lievito di birra

-         Uova

-         Ortaggi a foglie verdi

-         Germe di grano

La sua carenza assoluta causa il beri-beri, malattia grave con manifestazioni morbose a carico del sistema nervoso e della muscolatura.

La sua insufficienza può portare a depressione, stanchezza, torpore, debolezza muscolare, inappetenza, diarrea e vomito. 

 

VITAMINA B2 (riboflavina):

Nel sistema della catena respiratoria mitocondriale, dove si forma la gran parte dell’ATP necessario alla vita della cellula, ciascun enzima è costituito da una proteina e da un gruppo prostetico. Il gruppo prostetico delle flavoproteine è la riboflavina.

 La sua carenza si manifesta con disturbi della cute e delle mucose, particolarmente in corrispondenza degli orifizi corporei (bocca, ano etc) nei punti di transizione fra questi due tessuti (es.angoli delle labbra) con fatti infiammatori. Si hanno disturbi oculari e visivi (bruciore agli occhi, intolleranza alla luce, ulcerazioni della cornea etc).

IN SINTESI A COSA SERVE

FONTI ALIMENTARI

-         Aiuta le cellule ad usare l’ossigeno

-         È importante per avere occhi sani e vista buona

-         Aiuta a mantenere la pelle morbida e sana

-         Mantiene normale il sistema nervoso

-         Aiuta ad assimilare meglio le altre vitamine

-         Aiuta ad assimilare meglio carboidrati, grassi e proteine

-         Importante per i reni 

-         Fegato

-         Broccoli

-         asparagi

-         Cereali integrali

-         Tonno

-         Salmone

-         uova

-         Pollame

-         Mandorle

-         Lievito di birra

-         Germe di grano

Il suo fabbisogno è di circa 2 mg al dì. Non si conoscono disturbi da iperdosaggio.

La sua carenza si manifesta con disturbi della cute e delle mucose, particolarmente in corrispondenza degli orifizi corporei (bocca, ano etc) nei punti di transizione fra questi due tessuti (es.angoli delle labbra) con fatti infiammatori. Si hanno disturbi oculari e visivi (bruciore agli occhi, intolleranza alla luce, ulcerazioni della cornea etc).


VITAMINA B3 (niacina NE) o PP (acido nicotinico):

Prende parte alla sintesi dei grassi e del colesterolo. all'elaborazione del cortisone, dell'insulina, tiroxina ed ormoni sessuali. Protegge il sistema nervoso, mantiene la pelle sana ed il sistema digerente efficiente

A COSA SERVE

FONTI ALIMENTARI

-         Aiuta uno sviluppo ed una crescita normale

-         Mantiene normali le funzioni del sistema nervoso e gastrointestinali

-         Favorisce la trasformazione degli alimenti in energia, aiutando la sintesi dei grassi, del colesterolo e dell'insulina

-         Importante per gli ormoni sessuali 


-         Fegato

-         Cereali integrali

-         Pesce

-         Pollame

-         Carne magra

-         Uova

-         Arachidi

-         Lievito di birra

-         Germe di grano

La sua deficienza può provocare dermatiti, stanchezza, depressione, diarrea ed infine demenza. 

La sua carenza totale sviluppa la malattia denominata pellagra (PP = Previene Pellagra), dovuta ad una alimentazione povera fatta quasi esclusivamente di mais e caratterizzata da arrossamento e fotosensibilità della pelle, disturbi gastroenterici e sintomi gravi a carico del sistema nervoso.

 

VITAMINA B5 (acido pantotenico):

Come dice il suo nome (pantotenico) si trova in tutti i tessuti animali e vegetali. 
Abbondanti sono il lievito ed il fegato. Presiede il metabolismo dei carboidrati, delle proteine e dei grassi. E' essenziale nella sintesi del colesterolo, degli anticorpi, dei globuli rossi, dello sviluppo del sistema nervoso. Favorisce volume, lucentezza, rafforza e mantiene il colore dei capelli. Aiuta ad evitare le doppie punte.

A COSA SERVE

FONTI ALIMENTARI

-         Favorisce la crescita e lo sviluppo

-         Rinforza i capelli

-         Aiuta il funzionamento delle ghiandole surrenali

-         E' essenziale per la sintesi dei grassi, del colesterolo e dell'insulina

-         Pesce

-         Uova

-         Cereali integrali

-         Cavolfiore

-         Fagioli

-         Noci

-         Viene inoltre prodotta dai probiotici presenti nell’intestino sano

Bisogna assumere tanta vitamina B5 per il corretto funzionamento delle ghiandole surrenali. Il fabbisogno giornaliero si aggira intorno a 10 mg e non si conoscono disturbi da eccesso di assunzione

VITAMINA B6 (piridossina):

Ha un ruolo importante nel metabolismo dei carboidrati, delle proteine e dei grassi. Partecipa alla sintesi dell'emoglobina ed è presente nel funzionamento del sistema nervoso centrale. Il suo bisogno aumenta durante il consumo elevato di proteine, di alcool, durante la gravidanza e con l'uso della pillola anticoncezionale.

Dato il grande numero di alimenti che la contengono non si manifestano di solito fenomeni di carenza. 
Il suo fabbisogno giornaliero è intorno a 2 mg. Essendo una vitamina idrosolubile, e quindi poco accumulabile nell’organismo, non si conoscono disturbi da iperdosaggio.

A COSA SERVE

FONTI ALIMENTARI

-         Favorisce la produzione di globuli rossi

-         Rinforza i capelli insieme al magnesio

-         Aiuta a metabolizzare meglio i grassi

-         Favorisce la produzione di anticorpi

-         Fegato

-         Germe di grano

-         Lievito di birra

-         Banane

-         Pesce

-         Soia

 

VITAMINA B9 (folacina - acido folico):

Presiede il metabolismo di alcuni aminoacidi, la formazione dei globuli rossi e la sintesi degli acidi nucleici. Il suo bisogno aumenta durante la gravidanza, quando cioè la produzione di acidi nucleici e la proliferazione cellulare sono molto accentuati a causa della formazione del feto. 

A COSA SERVE

FONTI ALIMENTARI

-         Aiuta in caso di anemia

-         Aiuta ad assimilare meglio i nutrienti

-         Aiuta la formazione delle proteine

-         Indispensabile per le donne incinte sia prima che dopo

-         Rinforza cute e capelli

-         Verdure a foglie verdi

-         Legumi

-         Cereali integrali

-         Noci

-         Lievito di birra

-         salmone

La sua carenza si manifesta con turbe relative all'assorbimento delle sostanze nutrienti, interruzione della crescita, diminuizione delle difese. Una grave conseguenza che si può manifestare durante la gestazione è la malformazione del tubo neurale del feto denominata "spina bifida". Nell'adulto la sua carenza determina aumento del rischio di cardiopatia ischemica.·
La manifestazione piú grave è l'anemia macrocitica megaloblastica caratterizzata da forme immature di globuli rossi. Esistono dei test per distinguere questa anemia da quella dovuta a carenza di vitamina B12.

I batteri intestinali sintetizzano l'acido folico. Una delle cause della carenza può essere un trattamento prolungato con antibiotici. Altre cause sono gli anticoncettivi orali e l'alcool.·
Le necessità minime di folacina sono 3 microgrammi per chilo di peso corporeo che, durante la gestazione e l'allattamento, possono raggiungere i 6 microgrammi. Oggi, in gravidanza e durante l'allattamento, vengono consigliati anche 800 mcg al giorno.·


VITAMINA B 12  (cobalamina):

Presiede alla formazione delle cellule, particolarmente a quelle del sangue. Presenta una azione protettiva sul sistema nervoso.

È da notare che gran parte della Vitamina B12 viene distrutta da una cottura a forte calore e prolungata. È raccomandabile perciò una cottura  che non raggiunge temperature eccessive.

A COSA SERVE

FONTI ALIMENTARI

-         Indispensabile per i vegetariani che altrimenti non riuscirebbero ad integrarla

-         Aiuta a produrre globuli rossi

-         Aiuta a produrre alcune proteine

-         Importante per  il buon funzionamento del sistema nervoso

-         Fegato

-         Carne

-         Pesce

-         Uova

Fenomeni di carenza:·Infiammazione della lingua, l'anemia macrocitica ed alterazioni a livello del sistema nervoso, sintomi caratteristici della anemia perniciosa.·I soggetti colpiti devono essere trattati con la vitamina iniettata per via intramuscolare.

 

VITAMINA C (acido ascorbico)

Ampiamente distribuita nel mondo vegetale, è la più popolare delle vitamine. 
E’ opinione comune che la vitamina C acceleri la guarigione delle ferite e il decorso delle malattie infettive. Sicuramente essa è necessaria alla sintesi di molti ormoni, soprattutto surrenali.
E' un potente antiossidante. Favorisce la cicatrizzazione. Concorre alla formazione ed alla integrità delle cartilagini, dei vasi sanguigni, delle ossa e dei denti. Protegge i capillari. Sembra svolgere un ruolo nella difesa delle infezioni e contro lo sviluppo di vari tipi di cancro È molto utile per prevenire i raffreddori ed ha molta importanza nel mantenere libere le arterie da depositi di colesterolo. E' una delle vitamine meno stabili che può essere distrutta dalla luce, dal calore ed ossidata dal contatto con l'aria. 

A COSA SERVE

FONTI ALIMENTARI

-         Rinforza i tessuti dell’organismo, specie le pareti dei vasi sanguigni e delle gengive

-         Aiuta la formazione delle ossa e dei denti

-         Aumenta la resistenza alle infezioni

-         Aiuta la guarigione delle ferite

-         È una dei più importanti antiossidanti in quanto combatte  i radicali liberi

-         Aiuta ad assorbire meglio il ferro

-         Arance

-         Papaya

-         Melone

-         Fragole

-         Mango

-         Uva

-         kiwi

-         Pompelmo

-         ananas

-         Peperoni

-         Cavolini di bruxelles

-         Broccoli

-         Verdure a foglie verdi

-         Pomodori

La carenza prolungata di vitamina C porta allo sviluppo dello·scorbuto·caratterizzato da emorragie, tendenza alle ecchimosi, lesioni alla pelle, alle ossa, ai denti, alle articolazioni. Attualmente è difficile riscontrare tale malattia, a causa dell'alimentazione variata e ricca di cibi freschi.


VITAMINA D (calciferolo):

Presiede all'assorbimento del calcio e del fosforo. E' necessaria per la formazione del tessuto osseo e dei denti. Viene sintetizzata dall'organismo umano durante l'esposizione alla luce solare. Il suo fabbisogno maggiore avviene durante l'accrescimento.

A COSA SERVE

FONTI ALIMENTARI

-         Fondamentale per ossa e denti

-         Aiuta ad assimilare meglio calcio, fosforo, magnesio e zinco

-         Aiuta il funzionamento della tiroide

-         Tuorlo d’uovo

-         Fegato

-         Pesce azzurro

-         Salmone

-         Si assimila stando almeno 15 minuti al sole

La sua carenza provoca nel bambino il rachitismo e nell'adulto l'osteomalacia, caratterizzata dalla fragilità delle ossa. L'eccesso di vitamina D può causare perdita di peso, vomito e diarrea e, nei casi gravi, deposito di calcio nei tessuti molli.

 

VITAMINA E (tocoferolo TE):

E' un valido antiossidante solubile nei grassi ed oli. Protegge i lipidi delle membrane delle cellule (principale bersaglio dei radicali liberi) dall'ossidazione ritardandone l'invecchiamento. Aumenta la resistenza delle cellule contro le infezioni ed i prodotti tossici. Mantiene i capillari e le arterie in buona salute. Impedisce l'emolisi dei globuli rossi prodotta da fattori ossidanti. 

E' utile nella prevenzione dell'arteriosclerosi, delle malattie cardiovascolari, dell'ischemia cardiaca e della tromboflebite. È indispensabile per il corretto funzionamento del tessuto nervoso, della muscolatura liscia e striata ed il mantenimento strutturale del tessuto connettivo. Migliora il sistema immunitario ed è necessaria alla funzionalità dell'apparato riproduttivo. E' fondamentale nella prevenzione del cancro. Aiuta nella prevenzione della calvizie.

È termostabile ma sensibile alla luce. I casi di carenza sono molto rari. È liposolubile: Per poter essere assorbita è perciò necessaria la presenza nell'intestino di quantità anche piccole di grassi che la possano solubilizzare. Si accumula nell'organismo, senza però presentare fenomeni di ipervitaminosi.

A COSA SERVE

FONTI ALIMENTARI

-         Aiuta a combattere i radicali liberi

-         Rigenera  le cellule

-         Protegge i globuli rossi

-         Aiuta a rigenerare i tessuti

-        E' importante come prevenzione per arteriosclerosi e malattie cardiovascolari

-        E' importante per la prevenzione della calvizie

-         Fegato

-         Uova

-         Oli vegetali

-         Germe di grano

-         Verdure a foglia verde

 

PER UNA MAGGIORE DOCUMENTAZIONE SU VITAMINE E MINERALI, LEGGERE ANCHE, NEL MENU'   "INTEGRAZIONE NATURALE"  -  L'IMPORTANZA DELLE VITAMINE E DEI MINERALI